Buy Now
Product 1 Title

Sample text. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit nullam nunc justo sagittis suscipit ultrices.

Quantity
$20.00
$17.00

Carte Dixit in età evolutiva

In questo articolo parleremo dell’uso delle carte Dixit in età evolutiva e di quanto il loro utilizzo sia vantaggioso per chi si occupa di sostegno psicologico, psicoterapia e psicoeducazione.

Le carte Dixit sono le protagoniste di un celeberrimo partygame e possono essere utilizzate anche come strumento in diversi setting psicologici e in età evolutiva. Prodotto e distribuito da Amodee, Dixit è un gioco ideato dal neuropsichiatra infantile Jean-Louis Roubira. L’uso che se ne fa in Psicologia Ludica non sempre è fedele alle meccaniche del gioco… del resto un gioco creativo suscita reinterpretazioni creative!

Le carte sono composte da immagini complesse e ricche di particolari che possono essere interpretate in modi diversi da ogni individuo. Proprio per questo motivo, si prestano a diventare affascinanti immagini-stimolo all’interno degli interventi in psicologia. Negli interventi di psicoterapia o di sostegno psicologico in età evolutiva, in particolare, sono preziosissimi supporti per professionisti della psicologia e dell’educazione.

INDICE

Quali processi favoriscono le carte Dixit in età evolutiva

Quali interventi in quali fasce di età

Un esempio: la margherita

Dixit: dove, quando e perc


Immagine di repertorio Wikipedia

Quali processi favoriscono le carte Dixit in età evolutiva

Le carte Dixit possono essere utilizzate per incoraggiare la comunicazione, l’espressione delle emozioni e per stimolare l’immaginazione oltre che per potenziare alcune aree cognitive. Ecco alcune possibili modalità di utilizzo:

  1. Icebreaker e creazione di legami. Le carte Dixit possono essere usate come un gioco per “rompere il ghiaccio” e per aiutare bambine e bambini a conoscersi meglio, e creare insieme al professionista una relazione di conoscenza profonda. Attraverso la scelta delle carte, possono esprimersi su cosa sentono che li rappresenti, o cosa piaccia, o non piaccia loro.
  2. Raccontare storie. Le immagini delle carte Dixit possono essere utilizzate per stimolare la narrazione. La creazione di storie, in età evolutiva, è una fonte ineguagliabile di elaborazione di traumi, espressione di sé, ri-significazione di emozioni e sentimenti. Attraverso la creazione di una storia (ispirata da una carta scelta) si possono inoltre aiutare bambini e bambine a sviluppare la fantasia, la narrativa e la capacità di problem solving.
  3. Identificazione, esplorazione e definizione delle emozioni. Si può chiedere al bambino di scegliere una carta che rappresenta come si sente in quel momento, dato che non sempre i bambini hanno chiaro come definire le emozioni che provano. È possibile anche chiedere al bambino di scegliere una carta che rappresenta una determinata emozione che si decide di esplorare. Questo può aiutare il bambino a identificare e comunicare le proprie emozioni in modo non verbale.
  4. Elaborazione di traumi e di vissuti dolorosi. Come detto prima, le carte Dixit sono un modo per favorire la ri-significazione simbolica di alcuni fatti accaduti, traumatici o situazioni problematiche. Provare ad raccontare attraverso immagini quello che è il proprio sentire in un momento difficile, è un modo estremamente efficace per favorire la rielaborazione simbolica. Lavorare con le immagini apre la strada all’applicazione di tecniche di gestione appropriate e consolidate.
  5. In neuropsicologia. Possono essere una valida integrazione ai più diffusi interventi per il potenziamento di attenzione, memoria, linguaggio, pensiero critico e pensiero laterale.
Lavoro espressivo di gruppo con le carte Dixit in un intervento sulla gestione di ansia e attacchi di panico in un IS statale di Milano

Quali interventi in quali fasce di età

È possibile distinguere gli interventi con le carte Dixit in base alle fasce di età dei bambini. Ogni fascia di età presenta specifiche caratteristiche di sviluppo e pertanto richiede approcci e obiettivi differenti. Ecco alcune idee per distinguere gli interventi in base all’età:

  1. Età prescolare (3-5 anni):
    • Identificazione emotiva: utilizzare le carte Dixit per aiutare i bambini a identificare e comprendere le emozioni di base come la gioia, la tristezza, la rabbia e la paura.
    • Sviluppo del linguaggio: utilizzare le carte Dixit per incoraggiare i bambini a descrivere le immagini, a raccontare storie semplici e a esprimere i loro pensieri e sentimenti.
    • Stimolazione dell’immaginazione: utilizzare le carte Dixit per incoraggiare i bambini a creare storie fantastiche, ad immaginare nuovi mondi e a sviluppare la loro creatività.
  2. Età scolare (6-12 anni):
    • Elaborazione delle emozioni: utilizzare le carte Dixit per aiutare i bambini a esplorare emozioni complesse come l’insicurezza, la gelosia, l’ansia e l’empatia.
    • Sviluppo delle abilità sociali: utilizzare le carte Dixit per incoraggiare la comunicazione verbale e non verbale, il lavoro di squadra e la comprensione delle prospettive degli altri.
    • Risoluzione dei problemi: utilizzare le carte Dixit per incoraggiare i bambini a trovare soluzioni creative a situazioni problematiche rappresentate dalle immagini.
  3. Età adolescenziale (13-18 anni):
    • Esplorazione dell’identità: utilizzare le carte Dixit per facilitare la riflessione sull’identità personale, le aspirazioni future e i valori individuali.
    • Gestione delle emozioni complesse: utilizzare le carte Dixit per esplorare emozioni come l’ambivalenza, l’ansia da prestazione, la confusione emotiva e la gestione dello stress.
    • Sviluppo delle competenze di problem solving: utilizzare le carte Dixit per stimolare la riflessione critica, l’analisi dei problemi e la generazione di soluzioni creative.

Un esempio: la margherita

Nel libro “Dixit: da gioco a medium relazionale” a cura di Annalisa Corbo ed edito da Edizioni Underground? tra le altre, sono presenti diverse schede applicative da usare in età evolutiva. Gli ambiti sono gli gestione di ansia di diversa derivazione e autostima.

Qui di seguito illustreremo un esempio di lavoro presente nel libro e insegnato con metodo attivo ed esperienziale anche nel Modulo 5 del Master 50 ECM in Psicologia Ludica dedicato all’uso delle carte Dixit in età evolutiva, condotto dalla Dott.ssa Elena Tazzioli psicologa psicoterapeuta e formatrice, dal nome “La margherita”. Questa tecnica fa parte di un percorso mirato al potenziamento dell’autostima nell’adolescente, tema principale del modulo.

In questa esercitazione si chiede al cliente di lavorare sulle relazioni con le persone del proprio atomo sociale, attraverso i soprannomi e i nomignoli con cui è stata chiamata durante l’arco della sua vita. Il vantaggio dell’uso delle carte Dixit è quello di facilitare la rappresentazione e la definizione di quelle relazioni. Attraverso la relazione così definita, il cliente può accedere a risorse e caratteristiche personali funzionali alle relazioni che potrà rielaborare negli incontri successivi.

“La margherita”, lavoro con un sedicenne

Dixit: dove, quando e perché

Proporre in modo appropirato un lavoro con le carte Dixit, è un processo che non si limita alla mera gestione della tecnica appresa da proporre. Tale processo prevede anche la comprensione di un tempo e un’opportunità dell’uso delle carte.

  • È il momento giusto?
  • La persona davanti a me è in grado di comprendere la consegna dell’attività che ho in mente?
  • A quale livello di profondità posso spingermi nell’elaborare storie e immagini?
  • Quale attività è giusto che io proponga in base all’obiettivo che mi sono prefissato?

Queste sono tutte domande alle quali un professionista formato in Psicologia Ludica sa rispondere.

Proporre un lavoro con le carte Dixit non è semplice. Le attività che talvolta su questo blog raccontiamo sono solo delle linee guida generali ed è necessario ricordare che ogni intervento è un caso unico. Un professionista dell’ambito psicologico o della psicoterapia o ancora dell’educazione esperto sarà in grado di adattare gli interventi, in base alle specifiche esigenze e all’età del bambino, tenendo conto del suo livello di sviluppo e delle sue competenze.

L’utilizzo delle carte Dixit dovrebbe sempre basarsi su una metodologia consolidata, che possa, con altre attività e strategie, mirare a sviluppare specifiche abilità cognitive, trasformative, affettive e relazionali.

Formarsi a tal riguardo può aiutare a valorizzare il proprio metodo di intervento alle tecniche apprese e sperimentate in Psicologia Ludica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *